... di come da un certo punto in avanti la vita sia piena di quello che manca. Di come restiamo in compagnia di tutto quello che non c'è. Piena da far scoppiare la testa certe volte. Perchè hai presente: non ho tempo, ho una riunione, parto, devo accompagnare mia moglie, devo riprendere i figli, lavoro fino a tardi, domani non posso. Hai presente come passano gli anni, quella illusione di senso che danno l'ordine e il dovere, una serie ininterotta di urgenze, tu sui binari segnati e quegli altri binari che stanno di lato vuoti che uno dice "c'è tempo, per quello c'è tempo" poi un giorno all'improvviso capisci che il tempo non ti basterà e allora la vita intera si sposta nei binari vuoti: il suo vero senso. Il tempo che hai speso a ricordare, immaginare, a tenere con te ostinatamente tutto quello che non c'è.

 

Ultimo aggiornamento ( Domenica 27 Novembre 2011 09:48 )