... Innanzitutto consideriamo la penna con cui scriviamo. Dovrebbe essere una penna capace di scrivere in fretta, perchè i pensieri vanno sempre molto più in fretta della mano. Non bisogna rallentare ulteriormente la mano con una penna lenta. ...

... Pensiamo anche al quaderno. E' importante. Questi sono i nostri attrezzi, come il martello e i chiodi per il falegname. C'è chi compra quei diari rilegati. Sono pesanti, ingombrano, e con quel che costano uno si sente in dovere di scriverci sopra chissà che. Al contrario, bisogna avere la sensazione che ci sia concesso di scrivere le peggiori schifezze del mondo e che vada bene lo stesso. ...

... Anche le dimensioni del quaderno hanno la loro importanza. Se è piccolo, lo si può tenere in tasca, ma allora anche i vostri pensieri saranno piccoli. Va benissimo.

 

da: Natalie Goldberg. Scrivere Zen. Ubaldini Editore. 1987, Roma.
http://www.astrolabio-ubaldini.com/scheda_libro.php?libro=608 

Ultimo aggiornamento ( Domenica 27 Novembre 2011 09:46 )